Foto Valerio Agliotti

Valerio AGLIOTTI

 
Macro struttura
 
SSD
Matricola 004553

Impegni settimanali

Afferenza

Ricevimento e Altre Informazioni

Il ricevimento è solo su appuntamento tramite e-mail: valerio.agliotti@uniupo.it

Didattica

A. A. 2020 / 2021
Secondo Semestre
SSD: M
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici

Pubblicazioni

Ricerca

TEMI DI RICERCA

Alterità e comunità. Il tema dell’altro, dell’apertura all’alterità altrui, in contrasto con il rischio della chiusura individuale e individualistica – detto altrimenti, in chiave eminentemente politica: la questione del rapporto fra individuo e comunità –  si esprime ripercorrendo le soluzioni che tanta filosofia del Novecento ha proposto, nel tentativo, spesso fallimentare, di ricercare una modalità dello stare-insieme che fosse estranea alla logica del dominio e della sopraffazione. Ciò induce alla riflessione sulla struttura del potere, alla ricerca di una im-potenza comunitaria che non può non avere le sue radici nel ripensamento della concezione stessa del soggetto comunitario (Il rapporto fra solidarietà e solitudine in Albert Camus, le analisi sul biopolitico di matrice foucaultiana, la paradossale nozione di «comunità senza comunità» di Georges Bataille, la nozione di comunità inconfessabile in Maurice Blanchot)

La critica alla metafisica. Il ripensamento della tradizione metafisica in chiave critica, volto a individuare in tale tradizione alcune costanti implicite e esplicitamente gerarchizzanti; il riconoscimento in essa di specifiche dinamiche ideologico-concettuali che privilegiano determinate assiologie a discapito di altre, particolari nozioni secondarizzandone altre, induce, da un lato, all’analisi – potenzialmente infinita – di un ripensamento di quanto è stato tradizionalmente assunto nella sua validità transepocale, per ricondurlo alle coordinate storico-ideologiche che gli appartengono; dall’altro, tale approccio consente l’indirizzamento della ricerca in direzione di concetti e costruzioni teoriche in grado di smarcarsi da tale struttura, collocandosi – in modo inevitabilmente precario – ai «margini» di quella grande costruzione discorsiva che si è soliti definire «metafisica occidentale» (La nozione di mancanza, l’approccio testuale proposto da Jacques Derrida e la pratica decostruttiva nel suo impatto filosofico ed extra-filosofico)

Filosofia e Letteratura. Una di queste «nozioni marginali» sembra essere la «letteratura». Campo d’indagine difficile da definire già dalla sua collocazione disciplinare, la scrittura letteraria intrattiene fin dall’origine un rapporto per molti aspetti ambiguo e ambivalente con la filosofia, ad essa avvicinandosi e smarcandosi da essa, in un costante percorso parallelo che, ben oltre (o forse semplicemente al di là) delle intenzioni dei singoli autori, finisce per ammettere incroci che sembrano premettere, in ogni loro incontro, la messa in questione della soggettività dell’io scrivente (La questione della crisi del soggetto, la scrittura nietzschiana o kierkegaardiana, lo «spazio letterario» di Maurice Blanchot, la specificità dell’approccio letterario di Jean Genet) 

ISSUES OF REASERCH

  1. The concept of Absurde in French existentialism
  2. The concept of Lack in metaphysic and anti-metaphysic perspective
  3. Deconstruction as critic to west metaphysical tradition
  4. Subject Crisis
  5. Philosophy and Literature