Foto Maria Napoli

Maria NAPOLI

 
Macro struttura
 
SSD L-LIN/01
Matricola 005937
0161 228 335   (int.: 5335)
0161 269 959

Impegni settimanali

Contatti

0161 228 335   (int.: 5335)
0161 269 959

Ricevimento e Altre Informazioni

Il ricevimento si svolgerà il mercoledì dalle ore 09.30 alle ore 10.30 (studio n. 35, Edificio San Giuseppe, Vercelli) su appuntamento: si prega di contattare la docente per e-mail. 

Corsi a.a. 2019/2020 (inizio delle lezioni: I semestre, Alessandria martedì 24/09/2019; I parte del II semestre, Vercelli: giovedì 16/01/2020)

I semestre (sede di Alessandria): Fondamenti di Linguistica 1 (lunedì e martedì, ore 14.00-16.00); Glottologia 1 (lunedì e martedì, ore 16.00-18.00).

I parte II semestre (sede di Vercelli): Glottologia (giovedì e venerdì, ore 9.00-11.00); Glottologia Avanzata (giovedì e venerdì, ore 11.00-13.00). 

ESAMI

Per gli studenti delle coorti precedenti al 2018/2019 che devono ancora sostenere Lingua Latina A  o Linguistica Generale e Glottologia: non sarà più possibile iscriversi all'appello di  questi esami attraverso infobox. Gli studenti che devono ancora sostenere l'esame sono pregati di contattare per l'iscrizione il personale tecnico-amministrativo (nella persona della Signora Graziella Colaianni: graziella.colaianni@uniupo.it). Le date dell'appello coincidono con quelle degli altri corsi tenuti dalla docente e saranno di volta in volta indicate su questa pagina.

Prossimi appelli (sede di Vercelli): mercoledì 4/12/2019, giovedì 09/01/2019 ore 9.15 [Glottologia, Glottologia Avanzata, Lingua Latina A]

Prossimi appelli (sede di Alessandria): martedì 3/12/2019 ore 12.00, giovedì 9/01/2019 ore 14.00 [Fondamenti di Linguistica 1; Glottologia 1]




A. A. 2012 / 2013
Primo Trimestre
SSD: L-FIL-LET/04
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
A. A. 2013 / 2014
Primo Semestre
SSD: L-FIL-LET/04
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
A. A. 2015 / 2016
Secondo Semestre
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
A. A. 2016 / 2017
Secondo Semestre
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
A. A. 2017 / 2018
Secondo Semestre
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
A. A. 2018 / 2019
Secondo Semestre
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
A. A. 2019 / 2020
Primo Semestre
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
Secondo Semestre
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici
SSD: L-LIN/01
CFU: 6
Dipartimento: Dipartimento di Studi Umanistici

Pubblicazioni

Ricerca

Temi correnti di ricerca

 

Aspetto e azionalità

Sin dalla tesi di laurea, mi sono interessata all’interazione di aspetto e azionalità con altre categorie verbali, come quelle di tempo, modo e voce, da una prospettiva sincronica e diacronica. In quest’ambito mi sono occupata di opposizioni funzionali tra aspetto imperfettivo e perfettivo nelle lingue indo-europee, di aggettivi verbali, participi e imperativi in vedico, greco e latino, dei costrutti con ‘avere’ più participio in latino ed ittita, del passivo e dell’impersonale in indo-europeo, del passivo impersonale in latino con particolare attenzione alla relazione tra telicità e agentività e, infine, di plurazionalità in italiano.

 

La grammatica della referenzialità

Un argomento che suscita il mio interesse e di cui mi occupo da qualche anno concerne le modalità attraverso le quali le lingue esprimono la categoria di referenzialità, considerata in particolare nella sua intersezione con proprietà come definitezza/indefinitezza, identificabilità, specificità, prominenza all’interno del discorso. Ho lavorato in particolare sulla funzione degli articoli definiti e indefiniti e sul loro sviluppo in diacronia nella storia del greco, latino e italiano antico.

 

Struttura argomentale e costruzioni ditransitive

Di recente ho iniziato a lavorare sulla struttura argomentale dei verbi da una prospettiva tipologica, focalizzando la ricerca sui verbi trivalenti che danno origine a costruzioni ditransitive. Al momento mi sto concentrando sui diversi tipi di costruzione sintattica associati a verbi ditransitivi in latino, sui fenomeni di alternanza nella realizzazione degli argomenti di questi verbi, e sull’evoluzione diacronica dei corrispondenti costrutti nelle lingue romanze.

 

Strategie di intensificazione e morfologia valutativa

Sono interessata alla variazione delle lingue rispetto alle strategie usate per esprimere l’intensificazione (sia in termini di valori semantici positivi sia negativi), ma anche l’enfasi e la vaghezza (talvolta correlate all’intensificazione stessa), e a come la morfologia valutativa entri eventualmente in gioco in questo stesso ambito funzionale. Relativamente a questo tema, mi sono occupata di intensificazione nominale in latino e, riguardo all’italiano, di prefissi valutativi, del superlativo in -issimo e dell’espressione morfo-sintattica della nozione di eccesso.

 

Bilinguismo testuale in latino

Dal giugno 2015 al giugno 2017 sono stata Responsabile Scientifico del progetto di ricerca "Textual Bilingualism in Latin" (TBL), finanziato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo (Call Excellent PI 2014), che prende in esame vari fenomeni di contatto tra lingua greca e lingua latina in testi della tarda latinità, analizzati sotto l’etichetta di “bilinguismo testuale”. Da questo progetto è nato il corpus TBL, costituito da 50 testi di diverso genere letterario (dal III al VII secolo d.C.), che sono stati annotati in XML-TEI, usando una marcatura specifica per il bilinguismo testuale realizzata dal nostro gruppo di ricerca attraverso un dialogo tra linguisti, letterati, filologi e informatici umanisti. Uno dei nostri obiettivi è studiare all’interno del corpus le funzioni legate alla comunicazione scritta bilingue (incluso il code-switching) e giungere ad una valutazione complessiva, sia quantitativa sia qualitativa, del “grado” di bilinguismo associato ai diversi testi e generi. Il corpus è fruibile gratuitamente dagli utenti in un sito web dedicato (http://tbl.uniupo.it/: online da giugno 2016), dove i vari fenomeni di contatto sono ricercabili a diversi livelli di analisi.

 

Current issues of research


Aspect and actionality in ancient languages

Since my M.A. thesis, I have dealt with the interaction between aspect and actionality with other verbal categories, such as tense, mood and voice, from a synchronic and a diachronic perspective. More specifically, I have investigated functional oppositions between imperfective and perfective aspect in Indo-European languages, verbal adjectives, participles and imperatives in Vedic, Greek and Latin, and constructions made up of the verb ‘have’ plus a participle in Latin and Hittite. I have also analyzed passive and impersonal constructions in Indo-European, Latin impersonal passive with a special focus on the relationship between telicity and agentivity, and, finally, pluractionality in Italian.

 

The grammar of reference

My research interests include the cross-linguistic strategies used to express the category of referentiality, by focusing on its relationship with properties such as definiteness/indefiniteness, identifiability, specificity and discourse prominence. I have worked on the functions of definite and indefinite articles, and on their diachronic evolution in Greek, Latin and Old Italian.

 

Syntax and semantics of ditransitive constructions

I have recently started to study verb argument structure from a typological approach. More specifically, I am concentrating on trivalent verbs giving rise to ditransitive constructions. My current research concerns Latin ditransitives and takes into account the different types of syntactic constructions – or, in other terms, of alignments – associated with these verbs, their alignment alternations and splits, and their development in the Romance languages.  

 

Strategies of intensification and evaluative morphology

I am interested in the variety of strategies by which speakers denote intensification (in terms of both semantic and negative values), beside emphasis and vagueness, which are sometimes correlated to intensity itself, and in the role played by evaluative morphology within this functional dimension. As concerns this topic, I have examined nominal intensification in Latin, and intensification in Italian, with special regard to the superlative with -issimo and the morpho-syntactic expression of the notion of excess.

 

Textual bilingualism in Latin

I am Principal Investigator of a project on “Textual Bilingualism in Latin” (TBL), the aim of which is to analyze phenomena resulting from contact between Greek and Latin in Late Latin literary texts. The first outcome of this project is the TBL corpus, made up of 50 texts belonging to different genres (from the 3th century AD to the 7th century AD), which have been annotated using a TEI language specific to textual bilingualism and created by our research team, thanks to an integrated approach based on the dialogue between linguistics, literature, philology and digital computing. Our main goal is to examine the different functions of written bilingual communication and to assess the degree of bilingualism in literary texts from a quantitative and qualitative point of view. The corpus is available online (http://tbl.uniupo.it/: from June 2016) and the users may freely search for “bilingual” phenomena at different levels of analysis (June 2015-June 2017).

 

 

Le cinque pubblicazioni più significative della carriera


1. (2019) Linguistica diacronica. La prospettiva tipologica. Carocci, Roma

2. (2017) Ways to intensify: types of intensified meanings in Italian and German (con Miriam Ravetto). In M. Napoli & M. Ravetto (eds.), Exploring Intensification: synchronic, diachronic and cross-linguistic Perspectives [SLCS 189]. Benjamins, Amsterdam/Philadelphia: 327-352.
 
3. (2013) When the indefinite article implies uniqueness. A case study from Old Italian. In “Folia Linguistica” 47/1: 183-236.

4. (2009) Aspects of Definiteness in Greek. In “Studies in Language” 33/3: 569-611.

5. (2006) Aspect and Actionality in Homeric Greek. A Contrastive Analysis. Franco Angeli, Milano.