Ricevimento

lunedì dalle ore 13,30 alle ore 16,30

Il giorno 23 gennaio 2017 il ricevimento è sospeso. Il docente riceverà il giorno 25 gennaio dalle ore 13,30 alle ore 16,30

A. A. 2011 / 2012
Annuale
SSD: SPS/03
CFU: 9
Ore: 60
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
Primo Semestre
SSD: SPS/03
CFU: 12
Ore: 60
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
A. A. 2012 / 2013
Primo Semestre
SSD: SPS/03
CFU: 6
Ore: 30
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
SSD: SPS/03
CFU: 3
Ore: 30
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
SSD: SPS/03
CFU: 12
Ore: 60
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
A. A. 2013 / 2014
Primo Semestre
SSD: SPS/03
CFU: 12
Ore: 60
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
A. A. 2014 / 2015
Primo Semestre
SSD: SPS/03
CFU: 10
Ore: 60
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
A. A. 2015 / 2016
Primo Semestre
SSD: SPS/03
CFU: 10
Ore: 60
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
Secondo Semestre
SSD: M-GGR/02
CFU: 6
Ore: 30
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
A. A. 2016 / 2017
Secondo Semestre
SSD: M-GGR/02
CFU: 6
Ore: 30
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
SSD: SPS/03
CFU: 10
Ore: 60
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
A. A. 2017 / 2018
Secondo Semestre
SSD: M-GGR/02
CFU: 6
Ore: 30
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
SSD: M-GGR/02
CFU: 6
Ore: 30
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali
SSD: SPS/03
CFU: 10
Ore: 60
Dipartimento: Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali

Pubblicazioni

Ricerca

(2002-2009) “La sussidiarietà nel pensiero di Johannes Althusius”. Un aspetto fondamentale della gestione protomoderna del potere politico del tutto difforme rispetto alla linea considerata solitamente prevalente, del centralismo assolutistico. La “politica methodice digesta” del giurista tedesco Johannes Althusius (1563-1638) espone dettagliatamente la rete di sussidiarietà in cui consiste la moderna “società per ceti.”

(2007-2015) “Stato e amministrazione nel pensiero e nell’opera di Carlo Francesco Ferraris (1850-1924). La scienza dell’amministrazione nasce in Italia per opera del giovane giurista moncalvese Carlo Francesco Ferraris, tra gli artefici dello Stato sociale e promotore del servizio nazionale delle ferrovie italiane (nel 1905). Originalmente vista come disciplina di confine fra giurisprudenza, economia, scienze sociali e politiche, la scienza dell’amministrazione viene vista come strumento basilare della decisiva modernizzazione del regno d’Italia.

(2002-2005) “La sussidiarietà nelle istituzioni politiche europee”. La vicenda della costruzione europea, a partire dalla CECA evidenzia procedure che implicano rapporti sussidiari, ben prima che il principio di sussidiarietà sia esplicitato nel Trattato di Maastricht, evidenti in tutta la documentazione che ha portato il processo di integrazione a configurarsi così come configurato. Il modello di integrazione funzionalistica mette in luce processi sussidiari che accompagnano lo “spill over” comunitario.

“Nietzsche fra Stato, grande politica e unificazione europea”. Il filosofo tedesco, dopo avere ridotto lo Stato a strumento della volontà di potenza e i valori a puro indice dei rapporti di forza e la politica estera alla lotta fra concentrazioni continentali di potenza, immagina una unificazione dell’Europa che trascenda lo Stato-nazione verso un’Europa grande competitrice sulla scena mondiale.

Liberalismo sfingeo”. Il liberalismo italiano con la sua sfiducia nelle masse si prospetta come dottrina della minoranza illuminata dello Stato “monoclasse” come mostrano le profonde ambiguità di fronte all’avvento del fascismo, le oscillazioni fra la tentazione dello “Stato forte” e l’orientamento (debole) alla tutela dello Stato rappresentativo.

-------------------------------------------------------------------------------